Concorso
Mibelli in Residence”

Come Associazione Luca Noli siamo felici e orgogliosi di annunciare il concorso “Mibelli in Residence”.

In questa pagina potrete trovare il bando ufficiale con tutte le info di cui avete bisogno.
Inoltre pubblicheremo le risposte alle vostre domande, per chiedere info riguardo al concorso potete utilizzare la mail: associazionelucanoli@gmail.com o semplicemente i moduli presenti nel sito.

Potete anche visionare i concorsi precedenti :

FAQ

Nel gruppo di lavoro può essere presente un architetto iscritto ad alcun Albo Professionale, se oltre a lui ci sono studenti dei corsi di studio o che hanno concluso la carriera universitaria e conseguito il titolo di laurea non prima l’anno solare 2021?

La sua condizione si configura come una condizione di incompatibilità, al punto 9.2 del bando, infatti, viene specificato che nessun professionista può partecipare formalmente al concorso. L’ipotesi che la sua presenza possa essere legittimata dalla presenza di studenti sarebbe valida solo nel caso di equipe multidisciplinari, come meglio spiegato al punto 9.3.

Volevo chiedere informazioni circa le quote in altezza di alcuni ambienti dell'abitazione: in particolare dello studio al primo piano e del salone al piano terra.

La invitiamo ad utilizzare preventivamente il modello 3D fornito ai partecipanti fra il materiale di concorso; ad ogni modo, a giorni aggiungeremo fra il materiale anche delle sezioni, per chiarire meglio la configurazione degli alzati.

Ho notato la presenza di una superfetazione nella corte, in prossimità del bagno/cucina. Ho potuto ricostruire l'aggiunta (almeno per linee di inviluppo) grazie al prezioso materiale fotografico, vorrei però sapere se bisogna considerarla in fase concorsuale, in tal caso mi basterebbe sapere se il bagno occupa attualmente anche il corpo aggiunto, al fine di progettare in modo quanto più possibile attinente alla realtà.

La invitiamo a non considerare la succitata superfetazione come parte dell’intervento, in quanto essa nella realtà si trova in una condizione di illegittimità urbanistica e verrà successivamente demolita.
Inoltre, l’ambiente che contiene è un deposito che non contribuisce, né contribuirà in futuro, al funzionamento sostanziale della casa.